Privacy policy
Menu Chiudi

Passaggi essenziali prima di pubblicare

Un passo alla volta - Dalla valutazione alla pubblicazione del libro
Cosa serve sapere prima di pubblicare un libro

Cosa serve sapere se decidi di pubblicare un libro
Editor - Valutazione di un romanzo

Valutazione del testo

Finalmente hai aperto “quel” cassetto, o meglio, oggi è una cartella nascosta con cura nel tuo computer dove si trova il tuo sogno, il manoscritto che continui a leggere e rileggere cercando di capire se valga la pena pubblicarlo.
Negli anni, hai aperto quella cartella e ti sei chiesta tante volte:
“Lo tengo per me o lo pubblico facendolo diventare un libro?”

Se sei un autore emergente le strade sono tante, proviamo a percorrerle insieme.

Non è mai un male desiderare di vedere pubblicato qualcosa che ci appartiene, custodito per tanto tempo gelosamente, ma l’idea di darlo in pasto a un pubblico che forse non capirà mai i sentimenti che hanno scatenato il desiderio di scrivere, ti fa rabbrividire.
La prima cosa che dovresti chiederti è: quali sono le mie aspettative?
A questo punto, non resta altro da fare che prendere in considerazione l’idea di una valutazione. Un editor esperto che possa consigliarti e indirizzarti verso la strada migliore.
Ti darà anche un consiglio globale sulle potenzialità del libro nel mondo editoriale. Una vera e propria scheda tecnica.
Se comunque sei fermamente decisa/o di pubblicare o autopubblicare il tuo libro indipendentemente da ciò che gli altri pensano, allora questi sono i passaggi essenziali.
Non dimenticarti mai che: “Se puoi sognare puoi farlo” ma stando sempre con i piedi per terra!

Editing e correzione della bozza

Editing

Qualsiasi sia la tematica del vostro libro, a conclusione della scrittura sarete sommersi da molteplici dubbi. Se la forma, i periodi e la tematica siano stati ben sviluppati, se alcuni concetti, specie in materia tecnica siano di facile comprensione. Anche la correzione di refusi non è sempre così scontata. Spesso vengono utilizzati vocaboli che si ripetono costantemente durante tutta la scrittura creando un testo poco fluido.

Lo scrittore, leggendo e rileggendo, memorizza la lettura e non si accorge degli errori che commette, di piccola e grande entità. Questo accade anche al più bravo scrittore, con grande dimestichezza della lingua italiana e dal linguaggio forbito.
È in quel momento che avrete bisogno di un professionista, che vi darà suggerimenti e consigli senza snaturare il testo e rispettandone lo stile.
L’editing è essenziale.
Questo è il primo passaggio a cui è sottoposto un testo. Quello più importante, dove autore e professionista si confrontano costantemente lavorando in sinergia.
L’editor, non solo ha come obiettivo migliorare la forma e il contenuto di un testo rispettandone lo stile, le emozioni, ma entra a capofitto nell’animo dello scrittore, cercando dove possibile, di creare una empatia per realizzare un prodotto finito che lo soddisfi.

Correzione bozza

Correzione della bozza

Questo è il passaggio successivo e di rifinitura, dove si correggono refusi, errori grammaticali, ripetizioni e punteggiatura. Come per l’editing, è più difficile per lo scrittore individuarli, in quanto leggendo e rileggendo il testo più volte lo memorizza.
Proprio per lo stesso motivo, a volte lo stesso editor ha difficoltà a trovare i piccoli refusi, per questo, l’ultimo passaggio lo farà dopo qualche giorno. Un vero professionista non può permettersi di fare errori e soprattutto non vederli! 

Più collaboratori permettono comunque di ovviare a tale eventualità. Come faccio io! 

Impaginare un libro

Impaginazione

Dopo aver concluso editing e correzione della bozza si passa all’impaginazione.
Vengono utilizzati programmi professionali come: Adobe InDesign o Quark Xpress, che permettono un’impaginazione perfetta, con interlinee e font adeguati e l’inserimento di immagini dove richiesto. 
Io preferisco InDesign con cui ormai ho un rapporto strettissimo 

Molti utilizzano Microsoft Word, ma personalmente non lo ritengo un metodo valido per una buona impaginazione.
Diversamente, gli autori possono inviare i propri testi in qualsiasi formato, che sarà poi convertito in quello di pertinenza. 
Un libro standard ha un formato A5. Possono essere comunque richiesti altri tipi di formato.

grafica di copertina

La copertina di un libro è quasi più importante dello stesso libro.

Andando a curiosare in una libreria, fisica o virtuale, da cosa dipende la vostra scelta, sempre che non sappiate già cosa volete leggere?
L’occhio cadrà sicuramente sulle immagini di copertina.
Sfoglierete per primo, quel libro che vi spinge a capire di cosa tratta, catturati da un’immagini particolare ed intrigante.
Per questo è importantissimo scegliere una copertina perfetta e fatta su misura. 
Può essere una vostra foto personale o comunque qualcosa che vi piacerebbe realizzare, a questo punto entra in gioco la grafica che è in me. Il primo amore, quello che non si scorda mai e, devo dire, che è molto gratificante, dopo essere entrata a capofitto in un romanzo, riuscire a catturare l’immagine giusta e all’altezza del manoscritto. 

 

Pubblicare un libro, cosa fare

Pubblicazione 

Una volta che il testo è impaginato le strade sono due:
• Autopubblicazione
• Pubblicazione con una Casa Editrice
La pubblicazione, come è ovvio pensare, è strettamente collegata ai costi e alla qualità.
I siti dove autopubblicarsi sono molteplici come: Lulu, Self-publishing Amazon, Youcanprint e tanti altri.
Personalmente non lo consiglio per svariati fattori, ma comunque è una valutazione del tutto soggettiva.
Preferisco appoggiarmi a piccole Case Editrici con la sicurezza di essere tutelata da qualsiasi errore di stampa o impaginazione.
Se invece volete provare a spiccare il volo, potete tentare la scalata al successo attraverso piccole/medie Case Editrici serie, che valutando il vostro manoscritto decidano di pubblicarvi  gratuitamente. Puntare su di voi come un cavallo vincente. 

Adesso che conosci tutti i passaggi….